After attending mass at the Diocesiczsq, you can start your afternoon with some adrenalin pumping casino games online at www.superbcasinos.com.

La nostra adozione a figli non è un atto giuridico, ma per essa noi siamo entrati realmente in una comunione di vita con il Padre, in Cristo, per mezzo dello Spirito. Siamo stati fatti realmente “partecipi della divina natura” e per questo ora è possibile il reciproco dimorare di Dio in noi e di noi in Lui (cfr Gv 17,21).

La stessa verità è ribadita dall’apostolo Giovanni nella sua prima lettera allorquando scrive: “Nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l’amore di lui è perfetto in noi” (1 Gv 4,12).

Dio nella sua essenza è purissimo spirito e come tale è invisibile. Ma Dio Padre si è reso visibile in Cristo Gesù che è l’amore del Padre per noi. Gesù, però, non è solo il suo dono d’amore per noi, ma è anche l’amore donato nel quale è possibile amare donandosi.

L’amore di Dio ora non è più fuori di noi, ma per Cristo il suo Spirito è stato versato in noi e proprio questo ci rende capaci di amare.

Dio si fa dono d’amore in noi. In questo suo donarsi a noi, noi ci possiamo donare agli altri. Se ci doniamo agli altri, è segno che Dio rimane in noi, ma anche è segno che l’amore di lui è perfetto in noi.

Quando l’amore di lui è perfetto in noi? Quando in noi diventa dono d’amore per il mondo. Se non diventa in noi dono d’amore per il mondo intero, è segno che Dio non è in noi, non dimora in noi, non rimane in noi.

Ma non solo noi siamo chiamati ad amare come Dio ci ha amati, ma siamo esortati a fargli posto in noi perché Lui possa amare attraverso di noi, in noi. Se noi non amiamo, è segno che Lui non ama; se Lui non ama, è segno che non è dentro di noi.

Il Dio invisibile è reso visibile da chi ama. L’amore è solo di Dio ed è solo Dio. Chi ama, può amare perché l’amore di Dio dimora in lui e quando dimora in qualcuno l’amore di Dio, dimora anche Dio perché Egli è amore: questo è il grande mistero dell’amore di Dio e del Dio amore.